martedì 26 aprile 2016

[RECENSIONE] E' una vita che ti aspetto - FABIO VOLO

 photo fabio volo_zpsr47jr6zf.jpg

Questo libro parla di Francesco che non era felice e poi si. Finito. Un ragazzo di oggi, un trentenne qualunque, con un lavoro stressante, storie di sesso con ragazze diverse, la paura di restare fuori dal branco, la difficoltà di comunicazione con i genitori, il rimpianto e il ricordo dell'infanzia, il rito delle canne e il mito dell'amicizia, quella vera. Un ragazzo che un giorno si accorge di esistere senza vivere davvero, e decide che così non va. Con una buona dose di coraggio e tanta autoironia affronta la depressione, l'ipocondria, il torpore esistenziale. Come? Chiedetelo a Francesco. E a Ilaria. Perché non vorrei anticiparvelo, ma in questa storia c'è anche un lieto fine.


Personalmente? Ho letteralmente adorato questo libro. Nei primo post di questo blog (cliccate qui) vi ho lasciato intendere che ho deciso di intraprendere la mia avventura con Lifen dopo un periodo non proprio bellissimo e che spero di riuscire a rendermi utile tramite questo progetto che per ora resta solo un passatempo. Bene... Certi desideri non nascono a caso e se mi sento di aiutare una certa categoria di persone è perché é successo qualcosa che mi spinge a far ciò. Questo qualcosa è strettamente legato ad una persona. Questo libro lo avevo inizialmente acquistato per regalarlo proprio a questa persona. Non sono mai riuscita a donarglielo, ed ora non posso più. Lo avevo preso perché attratta unicamente dal titolo... "È una vita che ti aspetto", molto simile a "era una vita che ti stavo aspettando" di Francesco Renga, la canzone mia e di questo personaggio. Ho preso questo libro tra le mani dopo mesi e mesi dall'acquisto e, dopo essermi scioccata per aver visto che è stato stampato a Cles (coincidenze brutte!), ho iniziato a leggerlo. Nella lettura mi sono accorta di aver indovinato il regalo giusto. Perfetto, non giusto. Perché vedo Francesco un pó come questo "innominabile cattivo". Entrambi vivono soli e non sono soddisfatti né della vita nè di se stessi. E questa insoddisfazione porta a rovinare i loro rapporti con il resto del mondo (amici ed eventuali fidanzate comprese). Mi piacerebbe che l'innominabile cattivo (specifico "cattivo" perché poi nella mia vita ce ne è anche uno buono) leggesse questo libro e che, come Francesco, riesca ad uscire fuori da questo mondo sbagliato che si sono creati. Lui come chiunque altro sia insoddisfatto della propria vita. Fabio Volo, d'altronde, riesce a spiegarci gli Stati d'animo di Francesco in maniera semplice e lineare, facendoci anche sorridere a tratti. Insomma! Si tratta di una lettura piacevole che io ho sentito molto mia ma che può riuscire ad aiutare (o almeno a far sorridere) molte persone se letto con gli occhi giusti.

 photo Firma post ed email_zpsus3typk2.jpg
“Seguimi“Seguimi
“Seguimi

13 commenti:

  1. ciao carissima .. ho letto ora la tua presentazione..infatti ho visto il tuo blog completamente diverso :( quanto mi dispiace ...immagino quanto sia brutto perdere tutto il lavoro fatto.. mi sono iscritta con piacere al tuo blog e ti auguro il meglio.

    del libro mi piace molto l'idea che mi faccia sorridere..da leggere sicuramente

    RispondiElimina
  2. Bè, mi hai decisamente incuriosito poi Fabio Volo è molto bravo nel raccontare e allo stesso tempo analizzare storie di vita che alla fine ti toccano nel profondo. Si, credo proprio che lo prenderò e leggerò anche io. Grazie della dritta.
    Bacio e buona serata! :*
    Luna
    http://www.fashionsnobber.com

    RispondiElimina
  3. mi dispiace che tu non abbia potuto donare questo libro...ma spero che riesci ad avere il bello dalla vita.

    RispondiElimina
  4. Caspita, è una vita che non leggo più un santo libro. Dovrei vergognarmi. :D
    Mi piace molto come hai descritto questo libro, parla di un ragazzo qualunque, che ha trovato la sua felicità! Storie così mi piacciono molto, perché mi sembra una rivincita contro le pieghe che ti mette la vita. No so se mi spiego. Ho sofferto di depressione, ma con tanta forza di vlontà interna, ne sono uscita!
    Complimenti per la scelta del libro, a breve acquisterò uno simile oppure questo. Quali mi consigli? Mi sono iscritta al tuo blog, grazie per il tuo dolce passaggio da me. Buona serata dolcezza, a presto! <3

    RispondiElimina
  5. Non conoscevo questo libro, credo che lo cercherò in libreria perché mi hai incuriosito :)

    RispondiElimina
  6. Amo Fabio Volo ed il suo modo di scrivere! Mi sono appena aggiunta ai tuoi lettori fissi, e ti seguo anche su G+, Facebook, twitter ed Instagram... mi farebbe piacere se ricambiassi..a presto, un bacio!!!!

    http://myspaceofbeautybygiada.blogspot.it

    RispondiElimina
  7. Io ho letto tutti i suoi libri.
    Devo dire che questo mi era piaciuto mentre sono rimasta un po' delusa dagli ultimi due!!!

    The Princess Vanilla

    RispondiElimina
  8. Ciao Luisa,
    non l'ho ancora letto, ma mi hai incuriosita :)

    baci

    Laura

    www.AlidiPolvere.it

    RispondiElimina
  9. Lo ammetto, io non ho mai letto Fabio Volo. Forse per snobismo, chissà!
    Forse dovrei provare!:)

    RispondiElimina
  10. Ciao tesoro! Grazie per aver condiviso la tua opinione!
    Voglio leggerlo dato che lo hai adorato :)
    Bacioni!
    Maggie
    Maggie Dallospedale Fashion diary - Fashion blog

    RispondiElimina
  11. Ciao Luisa :)
    Io adoro questo libro! L'ho letto qualche anni fa, ma non l'ho mai dimenticato! Sono una nuova iscritta al blog <3

    RispondiElimina
  12. L'ho letto anch'io poco tempo fa,molto carino!!!!

    RispondiElimina

Grazie per aver letto il mio post.. Lasciate la vostra opinione, ci tengo molto! :)